Segui @IlBorgodellaNat Il Borgo della Natura Erboristeria in Abbiategrasso: ottobre 2012

mercoledì 31 ottobre 2012

CAUSA PRIMARIA DEL CANCRO

  CAUSA PRIMARIA DEL CANCRO

 

Pochissime persone in tutto il mondo lo sanno, perché questo fatto è nascosto dall’industria farmaceutica e alimentare.

Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.

Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.
Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e  di uno stile di vita anti-fisiologico.

Perché? 
Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l’inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido. (Nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule.) L’acidosi cellulare causa l’espulsione dell’ossigeno
La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido.

Egli ha detto: “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia: Se una persona ha uno, ha anche l’altro”
Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema. Se manca l’ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo.

Egli ha anche detto: “Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno.” Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.

Egli ha dichiarato: “privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore e’ possibile convertirla in un cancro”

“Tutte le cellule normali, hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza ossigeno”. (Una regola senza eccezioni.)
“I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini.”

Nella sua opera “Il metabolismo dei tumori,” Otto ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue (acido) e ipossia (mancanza di ossigeno).

Ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno.

Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio e in un ambiente privo di ossigeno.Pertanto, il cancro non è altro che un meccanismo di difesa che ha alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno.

In sintesi:
Le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento. Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno.



 


IMPORTANTE

Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità
nel corpo. in altre parole ….. dipende unicamente da ciò che si mangia.


Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata PH, i cui valori vanno  da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un pH neutro.”

E' importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule per funzionare correttamente dovrebbe essere di un pH leggermente alcalino (poco di sopra al 7).
In una persona sana, il pH del sangue è compreso tra 7.4 e 7.45.

Se il pH del sangue di una persona inferiore 7, va in coma.

Gli alimenti che acidificano il corpo:

* Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (E’ il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas)
Il suo pH è di 2,1 (molto acido)


* Carne. (Tutte)

* Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc)

* Il sale raffinato.

* Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc)

* Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti)

* Margarina.

* Antibiotici  e medicine in generale.

* Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato)

* Alcool.

* Tabacco. (Sigarette)

* Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidita’ dei cibi”)

* Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, ecc.

Il sangue si ‘autoregola’ costantemente per non cadere in acidosi metabolica garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare.

Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbidiscono il corpo.

Dobbiamo tener conto che CON il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno, 365 giorni l’anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici.


Gli alimenti alcalinizzanti:

* Tutte le verdure crude. (Alcune sono acide al gusto, ma all’interno del corpo avviene una reazione è alcalinizzante. Altre sono un po' acide, tuttavia, forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio). Verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no.

* I Frutti, stessa cosa. Ad esempio, il limone ha un pH di circa 2,2, tuttavia, all’interno del corpo ha un effetto altamente alcalino. Probabilmente il più potente di tutti (non fatevi ingannare dal sapore acidulo).

* I frutti producono abbastanza ossigeno.

* Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini.

* I cereali integrali:
L’unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno. Tutti i cereali devono essere consumati cotti.


* Il miele è altamente alcalinizzante.

* La clorofilla la pianta è fortemente alcalina. Da qualsiasi pianta in particolare aloe vera.

* L’acqua è importante per la produzione di ossigeno.
“La disidratazione cronica è la tensione principale del corpo e la radice della maggior parte tutte le malattie degenerative.” Lo afferma il Dott. Feydoon Batmanghelidj.

* L’esercizio ossigena tutto il corpo. “Uno stile di vita sedentario usura il corpo.” 

L’ideale è avere una alimentazione di circa il 60% alcalina piuttosto che acida, e, naturalmente, evitare i prodotti maggiormente acidi, come le bibite, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti. Non abusare del sale o evitarlo il più possibile.

Per coloro che sono malati, l’ideale è che l’alimentazione sia di circa 80% alcalina, eliminando tutti i prodotti più nocivi. Se si ha il cancro il consiglio è quello di alcalinizzare il piu’ possibile.

Inutile dire altro, non è vero?

Dr. George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente:
“Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo.”


Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile per il cancro di comparire in una persona che libera il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenta il consumo di acqua pura e che eviti i cibi che producono acido.

In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro.


Mencken ha scritto:
“La lotta della vita è contro la ritenzione di acido”.


“Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l’accumulo di acidi”.
Dr. Theodore A. Baroody ha detto nel suo libro “Alcalinizzare o morire” (alcaline o Die): In realtà, non importa i nomi delle innumerevoli malattie Ciò che conta è che essi provengono tutti dalla stessa causa principale: Molte scorie acide nel corpo”


Dr. Robert O. Young ha detto:
“L’eccesso di acidificazione nell’organismo è la causa di tutte le malattie degenerative. Se succede una perturbazione dell’equilibrio e un corpo inizia a produrre e immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare allora le malattie si manifestano.”


E la chemioterapia?
La chemioterapia acidifica il corpo a tal punto che ricorre alle riserve alcaline del corpo immediatamente per neutralizzare l’acidità tale, sacrificando basi minerali (calcio, magnesio e potassio) depositati nelle ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli. Per questo motivo osserviamo tali alterazioni nelle persone che ricevono questo trattamento e tra le altre cose la caduta dei capelli.
 

Per il corpo non vuol dire nulla va senza capelli, ma un pH acido significherebbe la morte.

Niente di tutto questo è descritto o raccontato perché, per tutte le indicazioni, l’industria del cancro (leggi: industria farmaceutica) e la chemioterapia sono alcune delle attività più remunerative
che esistano. Si parla di un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono che questo sia pubblicato.


Tutto indica che l’industria farmaceutica e l’industria alimentare sono un’unica entità e che ci sia una cospirazione in cui si aiuta l’altro al profitto.


Più le persone sono malate, più sale il profitto dell’industria farmaceutica.

E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura tanto quanto l’industria alimentare produce.


E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura, tanto quanto ne produce l’industria alimentare.


Quanti di noi hanno sentito la notizia di qualcuno che ha il cancro e qualcuno dire: “… Può capitare a chiunque ……”


No, non poteva!

“Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo”.
Ippocrate (il padre della medicina )

 

Tratto da:
http://pmbeautyline.wordpress.com/


 
Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804

martedì 30 ottobre 2012

COS'E' LA PROFESSIONALITA'

COS'E' LA PROFESSIONALITA'

video

A volte entriamo in un negozio, siamo in cerca di qualcosa, ma... succede di rivolgerci a un professionista per ricevere la sua consulenza, ma... è capitato di entrare in un ufficio pubblico, ma... 
In tutti questi casi non ci è stata data una risposta "adeguata" alle nostre domande, ai nostri bisogni.

Luigi T.

Il Borgo della Natura
Erboristeria in Abbiategrasso
C.so San Martino, 59
Abbiategrasso (Mi) Italy
02.94969804
ilborgodellanatura@gmail.com
www.ilborgodellanatura.com

sabato 27 ottobre 2012

LA PARABOLA DEL RANOCCHIO

LA PARABOLA DEL RANOCCHIO

C'era una volta una gara di ranocchi.
L'obiettivo era arrivare in cima a una gran torre. 
Si radunò molta gente per vedere e fare  il tifo per loro.
Cominciò la gara.
In realtà, la gente probabilmente non credeva possibile 
che i ranocchi raggiungessero la cima, 
e tutto quello che si ascoltava erano frasi tipo: 
"Che pena! Non ce la faranno mai!"
I ranocchi cominciarono a desistere, 
tranne uno che continuava a cercare di raggiungere la cima.
La gente continuava "Che pena! Non ce la faranno mai!" 
E i ranocchi si stavano dando per vinti 
tranne il solito ranocchio testardo 
che continuava a insistere. 
Alla fine, tutti desistettero tranne quel ranocchio che, 
solo e con grande sforzo,
raggiunse alla fine la cima.
Gli altri volevano sapere come avesse fatto.
Uno degli altri ranocchi si avvicinò per chiedergli
 come avesse fatto a concludere la prova. 
E scoprirono che... era sordo!
Riassumendo: sii sempre sordo quando qualcuno ti dice che non puoi.



venerdì 26 ottobre 2012

RICETTA DEL BENESSERE : FILETTI DI PERSICO AL FORNO

RICETTA DEL BENESSERE

 FILETTI DI PERSICO AL FORNO


 Ingredienti:
  • gr. 350 filetti di  persico  
  • 3 piccole patate 
  • alcuni pomodorini ciliegia (quando non è stagione utilizzo i pelati)
  • 2 cucchiaini di pesto 
  • olio 
  • sale 
  • pepe 
  • una manciata di pinoli 
  • alcune olive nere


Preparazione: 

Tagliare le patate sottilmente con una mandolina dopo averle Sbollentate qualche minuto in acqua salata. 
Condirle con sale e pepe e disporne un primo strato sul fondo di una teglia foderata di carta forno, bagnata e strizzata. Condire con un filo di olio e adagiarvi i filetti di pesce.

Sopra di questi disporre pomodorini a fettine, una manciata di pinoli, qualche oliva nera.
In una ciotolina emulsionare il pesto con un po' di olio e con questo composto condire il pesce.


Ricoprire con il secondo strato di patate, altra emulsione di olio e pesto e mettere in forno a 180/200 gradi per circa 30 minuti, per i primi dieci minuti coperto con un foglio di stagnola e poi scoperto. 


BUON APPETITO!





giovedì 25 ottobre 2012

MANU TI DA UNA MANO

MANU TI DA UNA MANO

MAI PIU' MAL DI ORECCHIE 


 

Costituenti vegetali caratterizzanti

Estratti idroglicerinati (glicerina, parte di pianta 25%) di: aglio (Alliumsativum L.) bulbi, Verbasco (VerbascumThapsus L.) foglie, Calendula (Calendula officinalis L.)fiori, Iperico(Hypericumperforatum L.) sommità fiorite.









Indicazioni salutistiche

Il preparato è a base di Aglio,  comune in molti altri preparati presenti in commercio, ma originale è la metodica estrattiva realizzata senza alcol. Le piante fresche vengono infatti, messe a macerare per un periodo di 40 giorni in glicerina permettendo l'estrazione dei principi attivi in quantità e qualità particolare rispetto ai normali estratti idroalcolici. Le piante scelte in questo preparato presentano pertantun profilo fitochimico tale da renderle particolarmente adatte all'effetto desiderato ovvero contrastare i disturbi a carico dell'apparato uditivo.
La cura dell’orecchio è fondamentale per preservarne l’integrità, Il funzionamento e ridurne l’inesorabile invecchiamento. L’associazione con altre piante sempre estratte in glicerina come Verbasco, Calendula e Iperico ne migliorano l’effetto e potenziano l’azione antiossidante ed emolliente. 

Grazie lla combinazione di flavonoidi, tannini, oli essenziali, mucillagini e i principi attivi dell'aglio come allicina OTIVIN è un valido aiuto nel preservare il benessere dell'orecchio: protegge contro le aggressioni esterne , sostiene l'integrità delle mucose auricolari, attenua i fastidi che interessano l'orecchio agendo come antinfiammatorio: otiti, otiti esterne, acufeni.

Posologia: 3-5 gocce due volte al giorno direttamente nell'orecchio. Adulti e bambini.



Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804



Per l'acquisto di questo prodotto vai al nostro E- Shop:







mercoledì 24 ottobre 2012

GIORNATA DELLA DEGUSTAZIONE DEL TE'


GIORNATA DELLA DEGUSTAZIONE DEL TE'





Sabato 20 ottobre, nel nostro negozio ad Abbiategrasso, abbiamo offerto a tutti gli amici che ci hanno visitato, accogliendo il nostro invito, una degustazione di pregiate miscele di , provenienti dall'Oriente.
Gli infusi sono tutti garantiti, sia a livello di lavorazione sia come qualità degli ingradienti.
Hanno partecipato in molti, con simpatia e amicizia... un grazie a tutti Voi, che avete dato corpo a questa iniziativa!!! 

Queste sono le foto dell'Evento:
 


















Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804



Per l'acquisto di questo prodotto vai al nostro E- Shop:




lunedì 22 ottobre 2012

LEZIONE SHAKESPEARIANA

Lezione Shakespeariana

video


I nostri pensieri formano le nostre emozioni, le nostre emozioni formano il nostro carattere, il nostro carattere sfocia nelle nostre azioni, le nostre azioni forgiano il nostro destino.

Luigi T.
 
Il Borgo della Natura
Erboristeria in Abbiategrasso
C.so San Martino, 59
Abbiategrasso (Mi) Italy
02.94969804
ilborgodellanatura@gmail.com
www.ilborgodellanatura.com

sabato 20 ottobre 2012

STOP!

STOP!

Inizia praticando un metodo semplicissimo, 
almeno sei volte al giorno. 
Occorre solo mezzo minuto ogni volta, 
per cui si tratta solo di tre minuti al giorno.
E' la meditazione più breve che esista al mondo! 
Ma la devi fare all'improvviso: questo è il punto essenziale. Mentre cammini per strada: all'improvviso ricorda.
Fermati completamente e rimani assolutamente immobile.
Per mezzo minuto sii presente e basta. 
Qualunque sia la situazione, 
fermati completamente 
e sii semplicemente presente a quanto sta accadendo. 
Poi riprendi a muoverti.
 Ripetilo sei volte al giorno.
Se tutto a un tratto tu diventi presente, 
l'intera energia cambia.
La continuità che si svolgeva nella mente si ferma.
E avviene così all'improvviso 
che la mente non può creare subito un nuovo pensiero: 
ci vuole tempo perchè la mente non è stupida. 
Ovunque ti trovi, 
nell'istante in cui te lo ricordi, 
dai una scossa a tutto il tuo essere e fermati. 
Non solo diventerai consapevole, 
ma presto sentirai che anche gli altri sono diventati consapevoli della tua energia: 
qualcosa è successo, 
qualcosa è disceso in te dall'ignoto.


Osho

venerdì 19 ottobre 2012

Dalla prossima settimana una GRANDE novità

Dalla prossima settimana una novità:

LA NUOVA RUBRICA INTITOLATA

"MANU TI DA UNA MANO"

 Tante informazioni sul naturale e la prevenzione, per Te e la tua famiglia... Leggimi e commenta.
Ti aspetto, CIAO!!! 
 

RICETTA DEL BENESSERE: LASAGNE VERDI AGLI SPINACI CON SALSA AI FUNGHI

RICETTA DEL BENESSERE
Lasagne verdi agli spinaci 
con salsa funghi


Ingredienti per le lasagne verdi per 6 persone

250 gr di lasagne verdi secche (o lasagne fresche agli spinaci)
125 gr di pesto pronto


Ingredienti per la salsa di funghi

25 gr di funghi porcini secchi
4 cucchiai olio oliva
50 gr di burro
1 cipolla
4 spicchi di aglio
4 cucchiai di prezzemolo
alcune foglie di timo
300 ml di brodo di pollo


Preparazione:

Per prima cosa preparare la salsa di funghi. Far rivenire i funghi secchi in acqua calda per 20 minuti.
dopodichè scolateli e puliteli tenendo da parte l'acqua filtrata. 

Strizzate e affettate i funghi; scaldate tutto il burro e metà dell'olio in una pentola per friggere: appena comincia a schiumare aggiungete la cipolla tagliata e fatela cuocre a fuoco vivace per 5 minuti. Aggiungete l'aglio finemente tritato, le erbe e cuocete per 2 minuti, aggiungete poi anche il brodo e l'acqua filtrata dei funghi, fate bollire per 5 minuti e lasciate raffreddare. 

Fatta la salsa di funghi, fate bollire una grande pentola con acqua salata, aggiungete le lasagne. Arrivate a cottura scolatele. 

In una teglia: fate un primo strato di lasagne, aggiungere il  primo strato fatto amalgamando il pesto alla ricotta. Continute poi con altro strato di lasagne ma ora spalmate la salsa di funghi. Ripetete fino a che avete terminato gli ingredienti, l'ultimo strato deve essere di lasagne.

Spolverate con del parmigiano fresco e aggiungete fiocchi di burro fresco. Coprite con carta alluminio da cucina cuocete in forno (preriscaldato) per 20 minuti a 180°. Continuare la cottura per altri 20 minuti togliendo la carta da forno e lasciando gratinare. Prima di servire il tutto devi far riposare per 10 minuti.


Buon Appetito!





giovedì 18 ottobre 2012

FORTI COME UN LEONE NATURALI COME UN SORRISO

FORTI COME UN LEONE 
NATURALI COME UN SORRISO


La linea del benessere naturale, ottima per bambini e ragazzi. 


leoLa linea nasce dalle ricerche effettuate dal laboratorio erboristico Sangalli nell'ambito degli studi sull'integrazione della normale alimentazione.
La linea Leo è composta da preparazioni specifiche a base di estratti d'erbe.
La loro efficacia è garantita dal Laboratorio Erboristico Sangalli che, forte di un'esperienza ultracentenaria, ha messo a punto questi preparati erboristici utilizzando esclusivamente principi attivi naturali.
Tutti i prodotti Leo hanno un gusto particolarmente gradevole che li rende apprezzati da tutti, e soddisfa le esigenze dei più piccoli.


 LEO VACCINIUM il vaccino naturale

 Leo
In breve: Integratore a base di estratti vegetali noti in letteratura per favorire fisiologicamente le naturali difese immunitarie.

Funzionalità: Leo Vaccinium nasce da un’accurata ricerca bibliografica relativa all’integrazione della normale alimentazione. Gli ingredienti scelti rendono il prodotto adatto a tutti e gradito ai bambini. Leo Vaccinium aiuta a costituire in modo sinergico un vero scudo di protezione contro le numerose aggressioni tipiche della stagione invernale. Rafforza in modo fisiologico le difese immunitarie e può risultare utile nel trattamento preventivo della sintomatologia allergica. I principi vegetali selezionati lo rendono adatto a tutti e particolarmente gradito ai bambini.


Ingredienti caratteristici: Shii-ta-ke, Ribes Nero gemme, Mirtillo rosso giovani getti, Rosa canina giovani getti, Carpino giovani getti.



 LEO ENERGIS un carico di energia
2
1


 


Specifiche: Integratore alimentare a base di Pappa reale, Poline ed estratti vegetali con Acerola, fonte di vitamina C. 

Funzionalità: L'energetico naturale e funzionante dal gusto gradevole adatto ai bambini in pratici flaconcini monodose, garantito dai Laboratori Sangalli.

Ingredienti caratteristici: Pappa reale, Fieno Greco, Polline, Acerola, Mirtillo








VEDIAMOLI NEL DETTAGLIO

PAPPA REALE: non si conosce ancora ogni segreto della sua composizione, ma sicuramente contiene 31 acidi grassi (saturi e insaturi). Il 10 HDA è forse il più importante acido grasso che esiste unicamente nella Pappa reale. Contiene zuccheri, 5 Oligoelementi (calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco) quasi tutte le vitamine conosciute, tracce di ormoni, enzimi e fattori colinergici. Secondo la letteratura la Pappa reale si comporta come uno stimolante dell'organismo umano, migliorando lo stato generale; aumenta la capacità fisica ed intellettuale, grazie al fatto che contiene un potente fattore i crescita; è particolarmente indicato nei casi di astenia, in situazioni di maggior impegno psichico; nei periodi di convalescenza, rilassa il sistema nervoso centrale e contribuisce a integrare le carenze dell'alimentazione quotidiana.

FIENO GRECO: i semi presentano spiccate proprietà stimolanti neuromuscolari, antianemiche e osteogenetiche. Contiene proteine di elevato valore biologico, glucidi e lipidi, sostanze minerali e vitaminiche che ne giustificano l'azione stimolante e l'impiego di integratori adatti nel periodo della crescita. Risulta quindi un importante integratore ditetico-terapeutico che viene impiegato in particolare nel trattamento di individui astenici, magri e dei convalescenti in quanto contribuisce, anche grazie all'elevato valore calorico, a riacquistare il peso perduto. Nei casi di magrezza, non dipendenti da cause organiche, il Fieno greco influisce positivamente sul metabolismo, determinando un miglioramento dello stato generale e un risveglio dell'appetito.

POLLINE: è l'elemento maschile del fiore, si presenta in polvere finissima con colori che variano dal bianco più candido al nero più intenso. Il più frequente è il polline giallo o marrone chiaro, viene raccolto dalle api posizionato sulle zampe dopo una leggera umettatura a formare delle piccole sfere. E' ricco di proteine e di amminoacidi essenziali come l'isidina, la leucina, la treonina e il triptofano; inoltre contine glucidi e vitamine C, B1, B2, PP, l'acido pantotenico, l'acido folico e la biotina. E' ricco di rutina, un glucoside con proprietà di rafforzare le pareti dei capillari e più di 25 oligoelementi. Ogni granello di Polline è un'unità biologica che contiene tutto ciò che è necessario alla vita. E' un tonico generale e assiste in tutti i processi di sviluppo e crescita contribuendo così al generale benessere dell'organismo. E' indicato nei soggetti che non riescono ad aumentare di peso, l'uso tradizionale ne evidenzia anche proprietà sul sistema nervoso con efficacia nelle neurastenie e cali d'umore.

ACEROLA: è il frutto a più alta concentrazione di vitamina C. I nostri reali bisogni di Vitamina C sono compresi fra i 50 e i 150 mg al giorno a seconda dei casi. Alcune indicazioni con dosaggi più elevati si riferiscono a dosaggi di vitamine artificiali che non sono comparabili alle vitamine di origine naturale. Inoltre alti dosaggi di vitamina C artificiale (acido ascorbico isolato) possono causare effetti indesiderabili come l'acidificazione dell'organismo e carenze di alcuni minerali. Questa forma di vitamina C permette un apporto più simile ai reali bisogni quotidiani, partecipa alla costruzione dei tessuti di sostegno grazie alla sua struttura molecolare adattata alla nostra biologia.

MIRTILLO: il succo di mirtillo nero è un alimeto ricchissimo di antociani, che lo rendono un ottimo vasoprotettore e integratore adatto a migliorare le capacità visive. Grazie inoltre al tenore di tannino, risulta utile nel trattamento delle forme diarroiche del bambino per le sue proprietà astringenti e antimicrobiche. Da ricordare inoltre l'attività antivirale svolta dai tannini: tale attività si esercita in ragione dell'affinità di queste sostanze per le proteine. Le proteine virali, responsabili dell'affinità per i recettori cellulari, assicurano infatti la fissazione e la penetrazione del virus nella cellula. Grazie alla formazione di un complesso con il tannino, i virus perdono quindi il loro potere infettivo.




Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804



Per l'acquisto di questo prodotto vai al nostro E- Shop:


mercoledì 17 ottobre 2012

ACIDITA' E REFLUSSO ? CAMBIA IL TUO MODO DI VIVERE.

ACIDITA' E REFLUSSO
CAMBIA IL TUO MODO DI VIVERE.

Cos'è il reflusso gastro-esofageo?

Con il termine reflusso gastro-esofageo si indica la risalita a livello dell'esofago di materiale acido proveniente dallo stomaco quando la valvola cardiale non funziona bene, cioè si apre quando non dovrebbe consentendo al cibo e ai succhi gastrici nello stomaco di ritornare nell'esofago. Ed è proprio la presenza di acido nell'esofago che provoca irritazione causando i sintomi del relusso: bruciore di stomaco, acidità e rigurgito.
Per capire meglio il problema dobbiamo sapere che, quando mangiamo, il cibo passa dalla bocca allo stomaco attraverso l'esofago. Tra l'esofago e lo stomaco esiste normalmente un gradiente pressorio che, in condizioni normali, impedisce il rigurgito di materiale gastrico nell'esofago.
La struttura anatomica più importante nel mantenere tale gradiente pressorio è lo sfintere esofageio inferiore (LES) o valvola cardiale (Cardias), una struttura muscolare ad anello sita nel punto d'unione tra esofago e stomaco che, in condizioni normali, durante la deglutizione si apre per far passare il cibo e si richiude immediatamente dopo che questo è passato nello stomaco, lì i residui di tali sostanze acide vengono tamponate, ossia neutralizzate, dalla saliva degluttita.

Le Cause.

Le cause per cui viene il reflusso sono molte e  possono variare da persona a persona. In genere il problema è causato principalmente dalla comitanza di più cause:
  • prolungato ristagno del cibo nello stomaco, che si svuota troppo lentamente;
  • malfunzionamento del Cardias , le cui cause possono essere: obesità, fumo gravidaze ripetute, attività associate a sforzi intensi, alcuni trattamenti farmacologici, ernia iatale;
  • non corretto funzionamento della peristalsi (movimento di contrazione della muscolatura dell'esofago), coordinato con gli atti della deglutizione durante l'ingestione del cibo;
  • abitudini che favoriscono il problema: alimentazione, stile di vita, persino l'abbigliamento;
  • farmaci che favoriscono o peggiorano il reflusso: teofillinici, calcoantagonisti, benzodiazepine, anticolinergici, FANS, ed altri.
Ci sono poi alcune situazioni il cui il reflusso viene per periodi limitati di tempo. E' il caso delle donne in gravidanza o dei neonati. In linea di massima la prevalenza di MRGE (Malattia da Reflusso Gastro-Esofageo) è uguale nei due sessi. Il picco di incidenza si registra intorno ai 35-45 anni. Le situazioni più gravi, con complicanze, sono rare nei giovani e più frequenti nella terza e quarta età.


I Sintomi.

Il reflusso è un disturbo ancora poco conosciuto. La maggior parte delle persone che ne soffre non lo sa, non si cura o si cura nel modo sbagliato. Inoltre, spesso i sintomi del relusso vengono confusi con quelli di altri disturbi considerati meno importanti. Nel linguaggio comune si parla di "bruciore di stomaco" e di "acidità" o "iperacidità di stomaco". 

I sintomi del reflusso in genere si presentano come:
  • intenso bruciore retro sternale;
  • frequenti eruttazioni, rigurgito e percezione della risalita di materiale acido lungo l'esofago;
  • difficoltà nella progressione di cibo lungo l'esofago (disfagia)   

Consigli Utili.

In genere il reflusso non è un disturbo grave. Può diventarlo se è trascurato o sottovalutato. In condizioni normali infatti, può capitare che la valvola tra esofago e stomaco si rilassi per brevi periodi di tempo, facendo risalire il cibo e acido dallo stomaco.
Questo si verifica in particolari occasioni: dopo aver mangiato alcuni cibi, quando si fuma troppo, quando si è in sovrappeso, quando ci si straia subito dopo aver mangiato, eccetera. 
Nei casi più leggeri, basta seguire alcune regole: fare attenzione a ciò che si mangia,  modificare le proprie abitudini e stile di vita, smettere di fumare, seguire le cure adatte.
Quando la frequenza degli episodi di reflusso aumenta e questi diventano quasi quotidiani si possono avere conseguenze più gravi. In questi casi non si parla più semplicemente di reflusso ma di malattia da reflusso gastro-esofageo (MRGE).
Alla giusta terapia occorre associare norme dietetiche e posturali/comportamentali che contribuiscono ad alleviare o prevenire l'insorgenza di sintomi. 

Alcuni accorgimenti che possono aiutare ad 
alleviare i sintomi: 

  • Una dieta sana ed equilibrata:     
  1. evitare latte e derivati poichè aumentano l'acidità gastrica e rallentano lo svuotamento dello stomaco;
  2. evitare pasti troppo abbondanti, soprattutto la sera;
  3. evitare: lattuga. pomodori, peperoni, melanzane e patate. Preferire la verdura cruda a quella cotta poichè non crea fermentazione
  4. evitare frutta acida: mandarini, arance (concessa la spremuta poichè filtrata)
  5. evitaredi eccedere nei cibi grassi, alcol e caffè 
  6. bere di più perchè la saliva e i suoi liquidi proteggono le mucose esofageedai succhi gastrici 
  • Evitare di coricarsi subito dopo aver mangito, una passeggiata può essere utile.
  • Evitare quei movimenti che aumentano la pressione addominale (flessioni del busto) e gli indumenti troppo stretti. 
  • Elevare di 10-15 cm la testiera del letto durante il riposo notturno per far sì che la forza di gravità ostacoli la risalita degli acidi.
  • Smettere di fumare, in quanto il fumo favorisce il reflusso, aumenta l'acidità gastrica.
  • Non abusare di farmaci antinfiammatori, sedativi, tranquillanti etc.
  • Controllare il peso corporeo, poichè l'aumento della pressione intraddominale, premendo contro le pareti dello stomaco, favorisce la risalita del contenuto gastrico 
  • Ridurre lo stress in quanto l'ansia e la collera trattenuta possono facilmente acuire i sintomi tipici della patologia.   

 RIMEDI NATURALI
Alta Natura
  
Reflumil grazie ai principi attivi contenuti nell`estratto di Mucosave (polisaccaridi derivanti da Opuntia Ficus Indica e polifenoli contenuti nell`Olea Europea) in combinazione con puro succo di Aloe liofilizzato (1:200) coadiuva la regolare funzionalità del sistema digerente.

MUCOSAVE: azione lenitiva. Favorisce i processi di riepitelizzazione delle mucose gastriche.

Aloe: immunostimolante. Mantiene le condizioni di pH fisiologico dello stomaco.

ALGINATI: mucoprotettivo. Favorisce la regolarità intestinale.  

Vediamoli nel dettaglio:

Mucosave: studi effettuati sulla polpa di Opuntia Ficus Indica, hanno dimostrato come le mucillagini e le pectine presenti nei cladodi abbiano un marcato effetto gastroprotettivo sulle mucose. Risulta un valido aiuto nel trattamento di: esofagite da reflusso, disturbi gastrointestinali, faringite cronica e disfunzioni correlate alla MRGE.


 Aloe: il mucopolisaccaride più importante dal punto di vista dell'azione immunomodulatrice sull'organismo, vanta la proprietà di formare un gel idratato sulla superficie della mucosa gastrica ed intestinale, proteggendola dall'azione lesiva di svariati agenti, quali l'acido cloridrico del succo gastrico. Inoltre è un riequilibratore intestinale, migliora la digestione e normalizza il pH.

Alginati: è un composto naturale che si ottiene dalle Alghe Marine. Quando l'Alginato arriva nello stomaco entra in contatto con gli acidi gastrici e forma un gel che galleggia sopra il contenuto dello stomaco. Questo gel funziona da "barriera antireflusso". Si posiziona all'altezza della bocca dello stomaco e impedisce la risalita di materiale acido nell'esofago.
Gli Alginati hanno un'azione rapida, non interferiscono con la digestione, non vengono assorbiti  e possono essere associati ad altre sostanze come gli antiacidi. 
Per la loro origine naturale sono sicuri anche per bambini, durante la gravidanza e l'allattamento.



 
Per Info Contattaci:
Il Borgo della Natura 
Erboristeria in Abbiategrasso
ilborgodellanatura@gmail.com
Tel. 02.94969804



Per l'acquisto di questo prodotto vai al nostro E- Shop: